SEO - Search Engine Optimization

Seo Search  Engine OptimizationIl S.E.O. - Search Engine Optimization (Ottimizzazione per il Motore di Ricerca) è l'insieme di tutti i processi necessari per migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca, puntando a migliorarne il posizionamento nei listati prodotti dalle ricerche. Il concetto alla base di tale tecnica è che più frequentemente un sito viene visualizzato nell'elenco dei risultati della ricerca, più visitatori riceverà. Come strategia di web marketing, il SEO si focalizza su:

  • contenuti di un sito e loro organizzazione;
  • distribuzione in rete di informazioni correlate allo scopo pubblicitario;
  • modalità di ricerca degli utenti web.

Individuare i termini effettivamente ricercati in rete, individuare i motori di ricerca preferiti dal pubblico, comprendere mode legate a nuove forme di uso del mezzo internet, ottimizzare contenuto e codice di un sito, analizzare e scegliere parole chiave specifiche, rimuovere gli ostacoli alle attività di indicizzazione dei motori di ricerca, promuovere un sito aumentando il numero di backlinks (link in entrata), questo e molto altro è fare SEO.

Il SEO può essere un servizio stand-alone o parte di una più ampia campagna di marketing

Perché il SEO abbia efficacia può richiedere modifiche al codice sorgente HTML e al contenuto testuale/informativo del sito.

Il contenuto di un sito web e la sua organizzazione devono essere search engine friendly. In fase progettuale i menu di navigazione, i sistemi di gestione dei contenuti, le immagini, i video, i carrelli per gli acquisti on line e tutti gli altri elementi che compongono un sito devono essere sviluppati, organizzati e ottimizzati allo scopo di essere valutati positivamente dal motore di ricerca. Ma non basta: si dovrà sempre tener contro dell'altro soggetto che entra in campo nella ricerca di contenuti, l'utente, il quale effettua ricerche specifiche di qualsiasi genere e all'interno di piu "varianti" del motore di ricerca, in funzione delle proprie esigenze. Per questo il traffico generato da un motore di ricerca è da considerarsi come la destinazione di diversi tipi di ricerca tra cui: la ricerca di immagini, la ricerca localizzata, la ricerca di video, la ricerca accademica, la ricerca di news, etc.

La pratica SEO si diffuse intorno agli anni 90 quando i fornitori di contenuti e i webmaster iniziarono l'ottimizzazione dei siti per i motori di ricerca in risposta al processo di analisi della rete operato dai motori di ricerca. Di fatto gli Spider dei motori di ricerca scaricano ogni pagina messa in rete per conservarla nei server del motore di ricerca stesso dove un programma indicizzatore estrae le varie informazioni relative alla pagina (come ad esempio le meta-descrizioni, le parole chiave, i link e i backlink) che vengono poi immesse come elementi di pianificazione per la scansione in una data successiva.

Grazie al SEO i proprietari di siti web hanno iniziato a riconoscere il valore di avere siti classificati ed altamente visibili nei risultati dei motori di ricerca. Poiché il successo e la popolarità di un motore di ricerca è determinata dalla sua capacità di produrre risultati rilevanti per qualsiasi ricerca, gli stessi motori di ricerca hanno risposto con lo sviluppo di algoritmi di classificazione complessi, tenendo conto di fattori aggiuntivi che sono più difficili da manipolare dagli utenti.

Gli studenti della Stanford University, Larry Page e Sergey Brin (fondatori di Google nel 1998), svilupparono backrub, un motore di ricerca che si basava su un algoritmo matematico per valutare l'importanza delle pagine web. Il numero calcolato dall'algoritmo, il Page Rank, era una funzione della quantità e della forza dei link in entrata. Il Page Rank stima la probabilità che una determinata pagina sarà raggiunta da un utente web che casualmente naviga il web e segue i collegamenti da una pagina all' altra. Oggi Google classifica i siti utilizzando più di 200 diversi parametri.

I principali motori di ricerca come Google, Bing, Yahoo, utilizzano crawler, programmi che raccolgono e catalogano informazioni su Internet. Google in particolare offre Google web master tool , un feed XML sitemap che può essere utilizzato gratuitamente per assicurarsi che tutte le pagine siano trovate, soprattutto pagine che non sono individuabili automaticamente seguendo i link. Fondamentale ricordare che non ogni pagina viene indicizzata dai motori di ricerca. Inoltre i  motori di ricerca hanno problemi con l'indicizzazione di siti con alcuni tipi di contenuto grafico come file Flash, file in formato "portable document" e contenuti dinamici.

Prevenire la scansione indesiderata

Per evitare contenuti indesiderati negli indici di ricerca i webmaster possono escludere gli spider dalla indicizzazione di determinati file o directory tramite il file standard robots.txt che istruirà il robot su quali pagine non devono essere sottoposte a scansione. Le Pagine che in genere vengono escluse includono login di pagine specifiche quali carrelli per acquisti on line o anche pagine con contenuto specifico dell'utente.

Il SEO è una delle strategie di marketing possibili

Il SEO non è una strategia univoca per ogni sito web. Altre strategie di internet marketing possono essere più efficaci a seconda degli obiettivi dell'azienda e quindi del sito che la rappresenta. Il SEO comunque può generare un adeguato ritorno sull'investimento (ROI). Tuttavia i motori di ricerca non hanno vantaggi economici diretti per il traffico di ricerca organica, il listato, e perciò cambiano i loro algoritmi e non ci sono garanzie sulla continuità dei risultati. In realtà il semplice SERP è comunque il centro anche del business dei motori di ricerca, anche se non in modo diretto. Certamente un motore di ricerca come Google guadagna direttamente con i Link Sponsorizzati (i Google AdWords) ma questo è possibile solo perchè Google fornisce risposte mediamente più interessanti di quelle di molti altri motori di ricerca. Per questo motivo Google ha visto aumentare vertiginosamente il numero dei propri utenti. E cosa sono questi se non un target per le aziende che si pubblicizzano su Google stesso? Possiamo senza dubbio affermare che non ci sarebbe AdWords senza un SERP di qualità, perché un motore di qualità genera utenti, genera una platea. Sebbene tutto parta dal listato organico dei motori di ricerca è considerata saggia pratica di business liberare se stessi dalla dipendenza dal traffico dei motori di ricerca perché a volte una ricerca spasmodica non permette di tenere sotto controllo le variabili davvero fondamentali di ogni campagna pubblicitaria.

Ottenere rilievo crescente

Una varietà di metodi può aumentare l'importanza di una pagina web nei risultati di ricerca. Il website linking tra le pagine del sito per fornire ulteriori collegamenti alle pagine più importanti e migliorarne la visibilità è uno dei sistemi più conosciuti. Ancora: la scrittura di contenuti che includano con una certa frequenza parole chiave e keyphrases, così da essere rilevanti per la giusta varietà di query di ricerca; l'aggiornamento del contenuto in modo da consentire ai motori di ricerca di dare peso supplementare a un sito; la compilazione corretta dei meta dati del codice di scrittura del sito web tenderà a migliorare la pertinenza della pagina; la normalizzazione della Url delle pagine web; l'ottimizzazione per la ricerca di immagini, processo che permette di aumentare la rilevanza di una specifica parola chiave sui motori di ricerca delle immagini con l'obiettivo di aumentare il volume di traffico.

Condividi su: