Pay per click

Campagna pay per click su googlePay per click (PPC) (anche chiamato costo per click) è un modello di pubblicità su Internet utilizzato per dirigere il traffico verso siti web, dove gli inserzionisti pagano l'editore (in genere il proprietario di un motore di ricerca o di un sito ) quando l'annuncio viene cliccato. Per i motori di ricerca, gli inserzionisti acquistano una parole chiave relativa  al proprio target di mercato.

Questo approccio si differenzia dai metodi "pay-per-impression" usati in televisione e nella pubblicità dei giornali .In contrasto con il modello portale generalista , che cerca di generare  un elevato volume di traffico, il PPC implementa anche il modello di affiliazione Lo fa offrendo incentivi finanziari (in forma di una percentuale delle entrate) ai siti partner affiliati.

Gli affiliati forniscono il click-through rate (il numero di clic su un annuncio diviso per il numero di impression) punto di riferimento per l'acquisto da parte dell'azienda inserzionista. Si tratta di un modello pay-per-prestazioni: se un affiliato non genera vendite, non rappresenta alcun costo per l'azienda inserzionista. I Siti web che utilizzano gli annunci PPC visualizzeranno un messaggio pubblicitario quando una query in una stringa di ricerca corrisponde all'elenco di parole chiave acquistate dall'inserzionista. Si tratta dei link sponsorizzati che appaiono accanto o sopra risultati organici sulle pagine dai risultati dei motori di ricerca.

Ci sono due modelli primari per la determinazione del costo per click: forfettario e basato su offerta. In entrambi i casi l'inserzionista deve considerare il valore potenziale di un clic. Questo valore è basato sulla tipologia di utente , che l'inserzionista si aspetta di ricevere come visitatore del suo sito Web, e che cosa l'inserzionista può guadagnare da quella visita. Come con altre forme di pubblicità di targeting , la chiave del successo dipende da

  • interesse dell'utente  
  • intenzione dell'utente  
  • posizione (geo targeting)
  • giorno e ora della navigazione

Nel modello forfettario per la determinazione del costo per click , l'inserzionista e l'editore concordano un importo fisso che sarà pagato per ogni click Questi importi diversi sono spesso legati al contenuto delle pagine che generalmente attraggono più visitatori. Questi siti sono di solito ordinatamente suddivisi in categorie di prodotto o servizio, che consentono un alto grado di targeting dagli inserzionisti. Nel modello offerta per la determinazione del costo per click , l'inserzionista firma un contratto che gli permette di competere contro altri inserzionisti in un'asta privata ospitata da un editore.

Ogni inserzionista comunica l'importo massimo che è disposto a pagare per un determinato annuncio ( basato su una parola chiave), utilizzando gli strumenti online. Quando gli annunci fanno parte del listato organico (SERP), l'asta automatizzato si svolge ogni volta che si verifica una ricerca per la parola chiave per cui e' stata fatta un offerta . Tutte le offerte per la parola chiave sono confrontate e i vincitori vengono determinati. Dove  ci sono più annunci il posizionamento sulla pagina  e' influenzato dalla quantità dell'investimento ma anche dalla qualità e dalla pertinenza con l'attribuzione di punteggi di qualità.

Oltre agli annunci spot, le reti pubblicitarie principali consentono annunci contestuali , perché associati con parole chiave in base al contesto della pagina su cui si trovano. Gli inserzionisti pagano per ogni click che ricevono, con l'effettivo importo basato sull'ammontare dell'offerta. Per massimizzare la possibilità di successo vi sono  sistemi di gestione automatizzata dell' offerta. Il sistema generalmente imposta ogni offerta sull'obiettivo che è stato fissato, sulla come massimizzare il profitto e/o massimizzare il traffico. L'efficacia di questi sistemi è direttamente correlata alla qualità e quantità dei dati sulle  prestazioni che l'editore , motore di ricerca, mette a disposizione.

Condividi su: